Schiscetta: cos’è e quali sono i consigli per prepararla al meglio

Pausa veloce in ufficio? Non è una buona scusa per rinunciare ad un pasto salutare e gustoso!

C’è chi lo chiama pranzo al sacco e chi preferisce parlare di lunch box, ma se diciamo schiscetta, tutti sanno di che cosa stiamo parlando. Il termine deriva da “schisciare”, un termine lombardo che indica il gesto di schiacciare il cibo all’interno di un contenitore allo scopo di trasportarlo.

Preparare la schiscetta perfetta è un’arte a portata di tutti e bastano pochi accorgimenti per potersi concedere una pausa golosa anche fuori di casa. Ecco 5 consigli da mettere in pratica subito.

 

Scegli il contenitore giusto per i tuoi cibi
Non accontentarti dei semplici contenitori da frigo che tutti abbiamo in casa, in commercio ci sono moltissimi porta pranzo colorati ed originali pensati appositamente per il trasporto del cibo. Potrai trasportare il cibo in maniera ordinata e sicura, dando un tocco di design alla tua pausa. Scegli un contenitore che possa andare sia in frigo sia in microonde, in modo da poter conservare il tuo pranzo nel migliore dei modi e poterlo poi riscaldare quando sarà ora di consumarlo. Molto spesso queste schiscette sono dotate anche di posate e porta salse in coordinato. Anche la più classica delle insalate sembrerà più allegra!

 

Evita di improvvisare

Aprire il frigo la mattina e prendere quello che si trova è il modo migliore per consumare un pranzo triste e sbilanciato. Prova ad organizzare la tua schiscetta già dal momento della spesa. Pianifica i pasti settimanali e procurati gli ingredienti necessari a preparare dei pranzi veloci, gustosi e sani. Preparare un buon pranzo da ufficio vuol dire dedicare attenzione al nostro benessere. La scatoletta di tonno d’emergenza sarà un lontano ricordo!

 

No agli avanzi!
Togliti l’abitudine di portare in ufficio il cibo avanzato dal pranzo della domenica con i parenti o dalla cena della sera prima. Il pranzo in ufficio deve essere leggero e gustoso, in modo che sia possibile tornare a lavoro velocemente senza sentirsi troppo pesanti. E se proprio non puoi fare a meno di portarti gli avanzi, prova almeno a riciclarli in modo originale: un semplice petto di pollo alla piastra può diventare l’ingrediente principe di una Caesar salad golosa ma leggera, di una fresca insalata di patate o di un panino diverso dal solito.

 

Abbina i cibi con cura

Ricorda sempre che la schiscetta deve essere sì leggera e veloce, ma è comunque importante che sia un pasto completo in grado di fornire al corpo tutti i nutrienti necessari a lavorare nel migliore dei modi. L’energia servirà per mantenere la concentrazione durante il resto della giornata lavorativa e fino al prossimo pasto. Frutta, verdura, proteine, carboidrati: basta un po’ di fantasia per preparare dei piatti originali, colorati e completi. Alcuni esempi? Pasta fredda con salmone ed avocado, insalata di finocchi ed arance con qualche crostino di pane e formaggio spalmabile, farro con gamberi e mango, insalata con prosciutto crudo e frutti rossi.

 

Non solo pasta fredda

La pasta scaldata al microonde non è certo il massimo del gusto, ma ci sono molti modi per poter consumare la pasta anche in ufficio senza dover rinunciare alla golosità: prova a prenditi del tempo per preparare una succulenta pasta al forno che potrai dividere già in porzioni singole da conservare in freezer e scongelare all’occorrenza, oppure usa la pasta avanzata per fare delle originali frittate ripassate in padella. Potrai facilmente scaldarle al microonde in ufficio senza mangiare cibo scotto o secco. Ok la praticità, ma anche il palato vuole la sua parte!

 

Segui i nostri consigli, usa la fantasia e prenditi cura del tuo benessere: nei nostri punti vendita troverai tutto quello che ti serve per preparare la schiscetta perfetta. Ti aspettiamo!